Barcellona in 3 giorni, cosa vedere

Rating: 5.0. From 2 votes.
Please wait...

Stai programmando una vacanza a Barcellona ma hai a disposizione solo 3 giorni? In questa guida ti suggeriamo tre itinerari giornalieri per poter visitare Barcellona in 3 giorni, i luoghi di maggiore interesse della città spagnola.

barcellona quartiere gotico
Artisti di strada



Booking.com

Tre giorni saranno sufficienti per godere a pieno delle bellezze della seconda città più grande e frequentata della Spagna. Barcellona, visitata ogni anno da milioni di turisti, si affaccia sul Mar Mediterraneo e mostra i segni di storie, personaggi ed epoche differenti che la rendono unica.

C’è molto da vedere e da vivere in questa metropoli, ma attraverso gli itinerari proposti, divisi per zona e facilmente accessibili con i mezzi pubblici o anche a piedi, potrai visitare i posti più importanti e conosciuti.

la cattedrale barcellona
La cattedrale

 

Itinerario giorno 1: Sagrada familia – Casa Battlò – Parc Guell

L’itinerario che vi proponiamo per il primo giorno a Barcellona prevede la visita di tre dei simboli cittadini legati all’artista Gaudì, tutti a nord del centro.

Il tour tematico dedicato al personaggio simbolo di Barcellona, non può che cominciare dalla visita alla Sagrada Familia. La basilica cattolica, capolavoro mondiale dell’architetto Antoni Gaudí, fu costruita a partire dal 1882 ma mai ultimata definitivamente (i lavori sono tutt’ora in corso).

casa Battlò barcellona
Casa battlò

Consacrata nel 2010 da papa Benedetto XVI, rappresenta un esempio di architettura mista tra neogotico, modernismo catalano e naturalismo. L’interno è stato disegnato da Gaudì come un fitto bosco, grazie alle imponenti colonne che sembrano alberi. Pagando un biglietto di 15€ è possibile effettuare una visita interna della basilica, che dura circa 2 ore.

Il tour prosegue verso Casa Battlò, non molto distante dalla Sagrada Familia, nella zona Paseo de Gracia.

Si tratta di un edificio in stile modernista con linee sinuose e colori eccentrici, tipicamente usati da Gaudì nelle sue opere. Già dalla facciata si possono vedere i materiali, come pietra, maiolica e ceramica, utilizzati per la sua realizzazione.

Sulle facciate spiccano inoltre le linee e le forme stravaganti di finestre e balconi che richiamano animali e conchiglie.

Il palazzo è privato ma è visitabile, per la sua importanza storica e bellezza è stato riconosciuto dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità.

Sagrada familia barcellona
Sagrada familia

L’ultima tappa della giornata dedicata a Gaudì si ferma al Parc Guell, nel quartiere La Salut. Il parco si sviluppa su una superficie di circa 18 ettari, lungo il versante sud del Monte Carmelo, ed è aperto al pubblico tutto l’anno.

Al suo interno si trovano monumenti, edifici e giardini tutti progettati da Gaudì nel suo più classico stile naturalista e fantastico.

Anche qui, come a Casa Battlò, si ritrovano materiali eccentrici come vetri, pietre, ceramiche e maioliche sapientemente utilizzati per esaltare le forme sinuose di monumenti e strutture.

Molte realizzazioni all’interno del parco richiamano al mondo animale e fantastico, come la fontana a forma di salamandra (posta all’ingresso) e la panchina sinuosa a forma di serpente lunga 150 metri.

 

Itinerario giorno 2: Barceloneta – Ramblas – Quartiere gotico

Port vell barcellona
Port vell

Il secondo itinerario giornaliero è dedicato alla parte sud della città, quella che si affaccia sul mare e sul porto.

Si tratta della zona più vivace della città, animata sia di giorno sia di notte, ricca di attrattive, locali e ristoranti dove gustare le tipiche tapas, ottimo pesce e bere una buona sangria.

Il tour comincia dal quartiere marittimo di Barceloneta, dove un tempo abitavano pescatori e marinai, e che oggi è apprezzato dai turisti per l’omonima spiaggia e per le attrazioni.

Oltre a sole, mare e relax infatti a Barceloneta potrete visitare il Museo di Storia Catalana e l’Acquario di Barcellona. Se volete assaporare la vera tradizione spagnola visitate il Mercato di Barceloneta, in plaça Poeta Bosca, tra bancarelle artigianali ed alimentari troverete sicuramente qualche souvenir!

Barcellona mirador de colombo
Mirador de Colombo

Spostandosi verso ovest si arriva in pochi minuti al Mirador de Colombo, la statua dedicata al noto esploratore: da qui parte la famosa Rambla, il viale pedonale che si estende per circa un chilometro e mezzo fino a Plaça de Catalunya.

La strada è suddivisa in 5 tratti, ognuno con un nome differente, e rappresenta la vera essenza della città.

Su di essa si affacciano locali, negozi, ristoranti ed alberghi frequentati dagli abitanti di Barcellona e dai turisti.

Qui si incontrano artisti di strada, ambulanti e mendicanti in un brulicare di gente, musica e baccano. Storicamente la Rambla era un corso d’acqua, poi chiuso e trasformato in strada.

 

Percorrendo un tratto della Rambla si raggiunge il Quartiere Gotico, il “barrio” più tradizionale e storico della città.

In epoca medioevale era il centro della vita religiosa e politica cittadina e proprio qui vi furono costruite chiese e palazzi importanti.

barcellona quartiere gotico
Quartiere gotico

Addentrandosi tra le sue strette viuzze si possono ammirare edifici nel più classico stile gotico, la spettacolare Cattedrale de la Santa Creu e numerose piazze simbolo.

Placa del Rei (attorniata da palazzi gotici risalenti al 1600 e dove si può visitare il vecchio palazzo reale), Placa del Pi (con la sua chiesa dedicata a Santa Maria del Pi) e Placa Nova, dove si tiene il mercato dell’antiquariato. Visitare questo quartiere la sera ti farà respirare l’atmosfera vivace e allegra della città o magari sarebbe l’ideale alloggiare proprio in questa zona!



Booking.com

 

Itinerario giorno 3: Parc de la Ciutadella, Camp Nou, Montjuic

Nel terzo ed ultimo giorno di itinerario la visita parte dal Parc de la Ciutadella, nella zona del Porto Olimpico, polmone verde realizzato sui resti dell’antica cittadella militare di fine ‘800.

Al suo interno, oltre a lunghi percorsi tra piante secolari e giardini di specie botaniche esotiche, si trovano edifici architettonici di valore storico come il Castell dels Tres Dragons, l’Umbracle e l’Hivernacle (casa totalmente di vetro).

Passeggiando nel parco si possono inoltre ammirare la cascata ed il lago, visitare il Museo di Geologia “Martorell” e una sezione del Museo delle Scienze Naturali di Barcellona dislocato all’interno del Castello.

parc de la ciutadella barcellona
Parc de la ciutadella

Sempre nel parco si trova lo Zoo cittadino, aperto tutto l’anno, con centinaia di specie provenienti da tutto il mondo.

Spostandosi verso ovest con i mezzi pubblici raggiungerete il Camp Nou, il famoso stadio di calcio dove gioca e si allena il Barcellona FC.

camp nou barcellona
Camp nou

Si tratta del più grande stadio d’Europa costruito negli anni ’50 e visitandolo si può conoscere da vicino la storia del club catalano (trofei, maglie storiche e biografie di giocatori che hanno fatto grande il club), anche attraverso il Museo monotematico che si trova all’interno nella zona delle tribune centrali.

Montjuic barcellona
Montjuic

Tornando verso sud e dunque verso il mare si arriva all’ultima tappa dell’itinerario, la zona di Montjuic, dove si trovano l’omonimo castello e lo storico cimitero cittadino, dove sono sepolti molti personaggi illustri spagnoli.

Di sicuro interesse è la visita al Castello di Montjuic, l’antica fortezza militare costruita a metà del 1600 e poi trasformata in castello.

L’ingresso costa 5€ e consente di visitare alcune stanze dello storico castello, gli spazi esterni (tra cui i bastioni, la torre di vedetta, la fossa ed il cortile) e la ricca biblioteca. Durante la visita è possibile scoprire i sotterranei e i passaggi segreti che consentivano ai militari di muoversi liberamente all’interno del castello per difendersi.

Foto di Barcellona

barcellona

cattedrale a barcellona

parco a barcellona

 

barcellona in tre giorni

camp nou barcellona

 

barcellona in tre giorni

barrio gotico barcellona

barcellona in tre giorni

port vell barcellona

mare magnum barcellona

 

piazza catalunya barcellona

barcellona in tre giorni

barcellona in tre giorni

sfilata auto d epoca barcellona


Booking.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code