piatti tipici a barcellona paella

Cosa mangiare a Barcellona, i piatti tipici

Rating: 5.0. From 3 votes.
Please wait...

Sei in vacanza e non hai idea di cosa mangiare a Barcellona? C’è solo l’imbarazzo della scelta, la cucina catalana ti conquisterà!

La Sagrada familia, le Ramblas, il Barrio gotico, sono le più celebri istantanee di Barcellona, ma lo sono altrettanto la mitica paella, le stuzzicanti tapas e la sublime crema catalana. barcellona

Non è difficile scoprire cosa sia bene vedere a Barcellona ed è altrettanto facile capire cosa mangiare. A Barcellona troverai una cucina che riflette in modo brillante la cultura e la storia di una città da sempre aperta alle influenze mediterranee.

La cucina catalana, considerata la migliore della Spagna, vanta infatti una tradizione antichissima: venne celebrata già dai viaggiatori medievali e il primo libro di ricette in Spagna fu pubblicato proprio a Barcellona nel 1477.

La cultura culinaria della Catalogna si interseca con quella della regione di Valencia e di alcune zone della Francia meridionale, ma è possibile individuare alcuni piatti tipici, che definiscono una cucina regionale, diversa dal resto della Spagna. Non si può fare a meno di provarla, se si visita Barcellona, per un viaggio che sia anche nel gusto e nei sapori della città.


Booking.com

 

Cosa mangiare? Le specialità

Non possiamo non cominciare il nostro percorso tra le specialità di Barcellona con un piatto diventato famoso in tutto il mondo: la paella, che prende il nome dal fatto che viene preparata in una grande padella a due manici.

cosa mangiare a barcellona paella
Paella

Il piatto è nato nella Valencia, ma poiché questa regione è appartenuta alla Catalogna, è stato fatto proprio anche dalla cucina catalana. Riso spagnolo a piccoli chicchi, insaporito dallo zafferano, viene fatto cuocere a fuoco lento con frutti di mare, carni miste, pomodori, peperoni, pesce e fagioli. paella barcellona

La paella valenciana originale prevedeva carne di pollo e coniglio, ma a Barcellona la troverai in gustosissime varianti che si legano alla vocazione marinara della città: la paella de mariscos, con frutti di mare e crostacei e la paella de pescado, con pesce e verdure.
I sapori del mare dominano anche nel particolarissimo arroz negre, un piatto di riso condito con inchiostro di seppia e nel saporito polpo alla gallega, un tenero polpo servito con patate e reso stuzzicante dal peperoncino.

D’altra parte, non possiamo dire di essere stati veramente in Spagna, se non abbiamo mai fatto almeno un “tapeo“, (un giro dei bar di tapas), o non abbiamo mai gustato una selezione di tapas.

salamanca barcellona
Ristorante Salamanca Barcellona

Sì, perché le tapas sono davvero la quintessenza della gastronomia spagnola, oltre che un vero e proprio stile di vita per gli abitanti di Barcellona.

Nate nell’ottocento, come piccoli spuntini per accompagnare lo sherry e chiamate tapas per l’abitudine di coprire il bicchiere con un piattino o tapa (tappo), le tapas sono diventate un modo tutto spagnolo di mangiare: piccoli spuntini da gustare in compagnia, accompagnati da un bicchiere di vino o birra, divertendosi a scegliere tra numerose specialità.

Tra le tapas possiamo trovare un pezzetto di tortilla española ( frittata di patate e cipolle), il chorizo ( una salsiccia insaporita con aglio e paprika), calamari e pesci fritti, le patatas bravas (patate fritte e insaporite da una salsa piccante), il salpicon de mariscos ( un’ insalata fredda a base di frutti di mare), le banderillas ( spiedini di pesce e verdure), il pollo all’ajillo (bocconcini di pollo con salsa all’aglio).

jamon serrano barcellona
jamón serrano

In una selezione di tapas non mancano mai, poi, le olive, di cui c’è grande varietà, il pan con tomate, pane tostato insaporito con aglio e pomodoro, simile alla nostra bruschetta, e il jamón serrano, il gustoso prosciutto crudo di montagna, tagliato a pezzi, tacos, o a fette di un certo spessore.

A Barcellona il jamón è ovunque, sulla rambla c’è persino un museo e ti consiglio di assaggiarlo perché è ottimo!

 

Tra i salumi vanno ricordate le rinomate salsicce catalane: oltre al chorizo c’è la particolarissima butifarra in due varianti: la butifarra blanca, (bianca) fatta con maiale, trippa e pinoli, la butifarra negra ( nera) fatta invece con sangue di maiale, pancetta e spezie.

La butifarra va di solito cotta alla griglia o servita con i fagioli.

Chi è che non ama concludere il pasto con un dolce dessert?

A Barcellona la crema catalana seduce i palati più esigenti: una crema a base di uova, ricoperta da uno strato di zucchero caramellato.

barcellona crema catalana
Crema catalana

Simile alla crème brûlée se ne distingue sia per la preparazione, sia per gli aromi di cannella e arancia.

Inoltre, i catalani difendono il primato della ricetta che risale al Medio Evo.
Il vero peccato di gola, però, sono i churros: dolci fritti e cosparsi di zucchero, dalla forma singolare di lunghi e croccanti bastoncini.

Li troverai in tutti i bar, rigorosamente serviti con una tazza di cioccolata densa e fumante.

Non c’è nulla di meglio per cominciare la giornata o, magari, concludere una notte di divertimenti, che concedersi il piacere di tuffare un churro nella cioccolata, chiudere gli occhi e assaporare.


Booking.com

 

Dove mangiare a barcellona?

Caffè, bar da tapas e ristoranti si trovano in tutta la città, ma quelli più frequentati dai turisti sono concentrati soprattutto vicino alle Ramblas. Personalmente credo che in questa zona però la fregatura sia sempre in agguato! Spesso il prezzo è alto e la qualità non è il massimo.

Se hai uno spirito più avventuroso ci si può spingere ad esplorare le stradine dei quartieri di Sant Pere, El Raval e Poble Sec, dove si trovano sia taverne tradizionali, sia locali raffinati.

tapas
Tapas

I ristoranti più prestigiosi e dunque anche più cari della città sono, però, per lo più nella zona dell’Eixample.

L’deale per trascorrere una piacevole serata fuori delle rotte turistiche è il quartiere della Gràcia, dove c’è una discreta scelta di ristoranti di buon livello.

Una grande varietà di ristorantini che offrono ottimi piatti di pesce, si trova invece a Port Vell, l’antico porto della città, vicino al Palau del Mar o anche sul lungo mare di Barceloneta e nel Port Olímpic.

In generale, i ristoranti migliori propongono ingredienti freschi e di stagione, una cucina regionale o coloniale e ,quelli più ricercati, una cucina più raffinata, dalle influenze francesi o esotiche.

ristorante a barcellonaPer quanto riguarda il pesce io ti consiglio il ristorante Salamanca, a Barceloneta, non è proprio il più economico, ma la qualità è ottima. Ho assaggiato anche la paella e secondo me ne vale davvero la pena!

Per la carne invece a me piace molto il Pampero, è un ristorante argentino, che offre anche carne spagnola. Non è carissimo e la carne è davvero buona!

Di recente, si è fatta strada una scuola di cucina spagnola contemporanea, ben rappresentata dal pluristellato chef di Barcellona Ferran Adrià e dai suoi discepoli come Jord Vilà, Paco Guzman e altri, molti dei quali hanno i loro ristoranti proprio a Barcellona.

Si tratta di una cucina estremamente innovativa, che ha più a che fare con la chimica e la trasformazione degli elementi che con la cucina tradizionale, ma che andrebbe provata almeno una volta nella vita, sempre che si riesca a prenotare un tavolo.

barcellona piatti tipici
Churros

Chi preferisce un tipo di ristorazione più semplice e veloce, troverà sparsi un po’ dovunque e soprattutto intorno alle Ramblas, fast food, pizzerie e locali che servono kebab e felafel.

Sono rappresentate tutte le catene internazionali di fast food e ve ne sono anche alcune locali e spagnole, che servono bocadillos e insalate.

Nei caffè e nei bar, aperti dalle 7 del mattino a tarda sera, si trova sempre la possibilità di consumare un veloce spuntino, almeno un caffè e un panino, se non addirittura un pasto completo.

Anche molte panetterie e pasticcerie offrono spesso un servizio ai tavoli.

In ogni caso, si può mangiare in modo soddisfacente e sostanzioso anche solo con le tapas, che ormai quasi tutti i ristoranti e i bar di Barcellona offrono, facendo a gara nel fornire una grande varietà di piatti, spesso preparati anche con ingredienti di prim’ordine.

I ristoranti più trendy o di nuova generazione hanno aggiornato il menu di tapas con stuzzichini più eccentrici e creativi, aperti a suggestioni esotiche o fusion.

Il prezzo di un pasto a base di tapas varierà a seconda del numero dei piccoli piatti consumati e non bisogna credere che sia economicissimo, perché potrà arrivare a costare quanto un pasto in un ristorante di media categoria quindi occhio! E pensare che all’inizio le tapas erano comprese nel prezzo della bibita!

 

Cosa bere a Barcellona? Bevande, birre e vini

Una millenaria tradizione fa della Catalogna una terra di vini eccellenti. Immancabili complementi di ogni pasto, i vini catalani come il rosso Priorat e il bianco Penedes sono rinomati in tutto il mondo. Dalla regione del Penedes viene anche il Cava, un vino frizzante simile allo champagne. barcellona

Nei bar e nelle taverne si trovano anche vini più economici, spillati dalle botti o prodotti dalla casa.
Un discorso a parte merita la popolare Sangria, preparata mescolando vino rosso con succo di agrumi, scorza d’arancia, cannella e zucchero.

Concepita come bevanda estiva leggera e rinfrescante oggi viene spesso arricchita da alcolici.
Se si desidera qualcosa di più leggero, a Barcellona è molto diffusa la birra chiara, tipo lager, le cui marche principali sono la Damm e la San Miguel.

La cervesa negra, invece, è un tipo di birra scura e frizzante. Nei bar e nei locali da tapas la birra è quasi sempre alla spina.

Per sentirsi realmente catalani, nel tardo pomeriggio si può consumare uno sherry, come l’Ammontillado o l’Oloroso o anche un bicchiere di coñac, l’ottimo brandy spagnolo, magari aggiungendolo al caffè.



Booking.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code