barcellona

Cosa vedere a Barcellona, 10 posti da non perdere

Rating: 5.0. From 4 votes.
Please wait...

 

Seconda città della Spagna e capitale della Catalogna, Barcellona è una delle mete preferite dai turisti di tutta Europa. Perché così tanti turisti scelgono questa città? Scopriamo cosa vedere a Barcellona in dieci tappe.

VORRESTI COMPRARE CASA A BARCELLONA MA NON SAI DA DOVE INIZIARE? TI AIUTIAMO NOI!Scopri come avere un'assistenza professionale in italiano

Dall’architettura gotica alle straordinarie opere di Gaudí, dalle spiagge ai suoi ristoranti, dai quartieri caratteristici alla vivace vita notturna, sono tanti i motivi per cui Barcellona richiama ogni anno milioni di turisti da tutto il mondo.

Un luogo dove antico e moderno si incontrano dando vita a una metropoli cosmopolita, ricca di fascino e di luoghi di interesse.

 

La Sagrada Familia

sagrada familia
La sagrada familia

Indubbiamente uno dei simboli architettonici della città, il Temple Expiatori de la Sagrada Familia è sicuramente la più celebre e straordinaria opera di Antoni Gaudì.

Inizialmente la costruzione fu affidata a un altro architetto, Francisco Del Villar, ma a causa di disaccordi con i committenti ben presto incaricato il giovane Gaudì.

Il progetto di costui era talmente imponenente che l’architetto spagnolo calcolò una durata dei lavori di circa 200 anni.

Egli stesso, allora poco più che trentenne, vi dedicò gli ultimi quarant’anni della sua vita.

La chiesa si compone di 8 navate che formano una croce latina, mentre le tre facciate rappresentano nascita, passione e gloria di Cristo. I lavori alla basilica attualmente non sono ancora terminati e si stima che lo saranno per il 2025, ma vale la pena comunque visitare questo capolavoro.

Svegliarsi la mattina e trovarsi alla finestra la Sagrada Familia è davvero meraviglioso!



Booking.com

La rambla

barcellona
Ramblas

Quello conosciuto come “Les rambles” in catalano è un viale che collega plaça de Catalunya al Port Vell, fino alla statua di Cristoforo Colombo.

Con una lunghezza complessiva di circa 1,4 km, la rambla è in realtà formata da 5 viali alberati. Les rambles è uno dei punti più famosi, vivaci e frequentati della città.

Qui si trovano negozi, ristoranti, bancarelle, café e artisti di strada, dai musicisti ai mimi. Lungo la passeggiata, non bisogna perdersi la fontana di Canalates, il mercato della boqueria, il mosaico di Mirò (proprio verso la metà della rambla) e plaça Reial. Un consiglio: occhio al portafoglio quando passi per la rambla, poiché notoriamente è stracolma di turisti ed i malintenzionati approfittano per derubare qualche sprovveduto!

 

La Boqueria

Situato nei pressi della rambla, la Boqueria è il più famoso e antico mercato alimentare di Barcellona. Con più di 300 bancarelle disposte su oltre 2500 mq è anche il mercato più grande di tutta la Catalogna.

Qua si possono trovare una grandissima varietà di frutta, verdura, carne, pesce e prodotti alimentari tipici catalani, spagnoli e di tutto il mondo. Inoltre, è possibile fare una pausa gustando una tipica tapas, dell’ottimo pesce fresco o semplicemente un buon succo di frutta in uno dei tanti punti di ristoro che si trovano all’interno del mercato.

 

Il barrio gotico

barcellona
Barrio gotico

Il quartiere gotico di Barcellona è il cuore della città vecchia, risalente all’epoca medievale. Passeggiando tra le viuzze del barrio ci si imbatte in splendidi e caratteristici scorci, ma anche in artisti di strada, bar e ristoranti.

Il quartiere sorge in quella che era la zona romana, infatti ne sono visibili ancora alcune tracce. Inoltre, il barrio è ricco di piazze ed edifici storici come il Palazzo Reale, il Municipio, la Cattedrale de la Santa Creu (iniziata nei primi anni del 1200 e terminata nel 1900) e il Palazzo del Vescovo, plaça del Rei, costeggiata da splendidi palazzi in stile gotico, plaça Sant Felipe Neri e plaça del Pi, dove è situata la chiesa di Santa Maria del Pi.

Per chi volesse approfondire maggiormente la storia di Barcellona, c’è anche il Museo d’Historia de la ciutat de Barcelona.

La sera, grazie ai tanti bar e locali presenti nella zona, questo antico quartiere si popola di giovani spagnoli e provenienti da ogni parte del mondo.

 

Port Vell (porto vecchio)

Il Port Vell deve il suo nome al fatto che è il porto più antico di Barcellona. Situato nel centro della città, a pochi passi dalla rambla, il porto vecchio è stato rimodernizzato in occasione delle Olimpiadi del 1992.

Qua, infatti, sono presenti un centro commerciale (il Maremagnum), l’acquario (il più grande d’Europa), negozi e ristoranti. Inoltre, è possibile visitare il Santa Eulalia, un veliero del 1918, il Museu de Historia de Cataluña o fare dei tour sulle imbarcazioni che partono dal porto.


Booking.com

La Fontana Magica e Montjuic

Il Montjuic è una collina situata di fronte al mare ed è sede di musei, giardini e numerose attrazioni turistiche come: il Castello di Montjuic, uno splendido castello barocco nonchè ex carcere, il Palacio Nacional, raggiungibile percorrendo la scalinata che porta dai piedi del monte sino al palazzo, il Museo Nacional (Museo d’arte della Catalogna), la Fondazione Joan Miró, il museo di archeologia, di etnologia e diversi giardini botanici.

Sempre nei pressi del Montjuic, più precisamente in Plaça Espanya, è situata la Fontana Magica, realizzata in occasione dell’Esposizione Universale del 1929.

Questa fontana offre gratuitamente ai visitatori ben 15 spettacoli diversi utilizzando 30 giochi d’acqua, svariati colori e musiche, tra cui la famosissima Barcelona di Freddy Mercury.

barcellona
Casa battlò

Casa Battló

Straordinaria opera dell’architetto Antoni Gaudí, l’edificio situato nel cuore di Barcellona, al 43 di Passeig de Gracia, è patrimonio dell’Unesco dal 2005.

Nel 1904 Gaudí fu incaricato dall’industriale Joseph Battló per mettere a nuovo la palazzina che egli stesso aveva da poco acquistato.

Il risultato, due anni dopo, fu questa originale opera, caratterizzata all’esterno da una facciata ondulata in pietra arenaria, cristallo e trecandis (un particolare mosaico catalano realizzato in vetro colorato e ceramica) e la cui cima ricorda la sagoma di un rettile. L’interno, invece, fu suddiviso tra le scuderie, il piano nobile (residenza della famiglia Battló) e altri appartamenti da affittare.

Il sapiente lavoro dell’architetto catalano unito a quello degli artigiani locali, diede così vita a una residenza ricca di dettagli dalle forme e colori sorprendenti.

 

Parc Güell

Patrimonio dell’umanità tutelato dall’Unesco dal 1984, nonchè uno dei simboli di Barcellona, il Parc Güell è un altro dei straordinari contributi di Antoni Gaudí alla capitale catalana.

Situato sulla collina del Carmel, da cui si gode una splendida vista sulla città, il parco fu voluto dall’imprenditore Eusebi Güell, che incaricò Gaudí agli inizi del ‘900 di creare una zona residenziale nel verde sul versante di questo monte.

Inizialmente il progetto consisteva in un vero e proprio quartiere composto da villette, ma non suscitando sufficiente interesse nei potenziali compratori, queste non furono realizzate.

L’unica è quella dimostrativa, che divenne poi la dimora di Gaudí stesso sino al 1926.

Il parco, tuttavia, è un tripudio della creatività dell’artista catalano, che ha dato origine a una serie di opere che si integrano alla perfezione con la natura. L’ingresso al parco è gratuito, mentre l’area con le sculture è a pagamento.

barceloneta
Barceloneta

Barceloneta

Uno dei quartieri più affascinanti di Barcellona, le cui origini risalgono al XVIII secolo, quando la zona fu riprogettata per creare abitazioni da destinare ai pescatori e agli abitanti le cui case erano state precedentemente distrutte dai Borboni per relaizzare la Ciutadella.

Oggi la Barceloneta è un quartiere dove si respira un’aria molto diversa dal resto della città, con bambini che giocano in strada e nonne sedute davanti alle case. Ma questa è soprattutto una zona ricca di locali, ristoranti e con una frequentatissima e celebre spiaggia, meta di giovani spagnoli e turisti. I prezzi degli alloggi non sono affatto elevati e si riescono a trovare parecchie offerte a Barceloneta!

 

Parc de la ciutadella

parc de la ciutadella
Parc de la ciutadella

Rimasto per molto tempo l’unico parco della città, il Parc de la ciutadella fu realizzato in occasione dell’Esposizione Universale del 1888 nel cuore della Città Vecchia.

Nel parco, oltre a prati curati, una grande fontana, la Cascada in stile barocco realizzata da Josep Fonseré, un lago (navigabile affittando una delle barche a remi a disposizione) e diversi monumenti, sono presenti anche il Parlamento della Catalogna e lo Zoo di Barcellona, che ospita oltre 400 specie di animali diversi.



Booking.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code