mdina

Mdina, la città del silenzio

Rating: 5.0. From 3 votes.
Please wait...

Se ti trovi in vacanza a Malta ti consiglio di visitare Mdina, città che si differenzia un po’ dal resto dell’isola e merita davvero di essere vista. Perché? Le ragioni sono numerose…

 

Nel mondo ci sono sempre state tante città, piccoli o grandi insediamenti in cui l’uomo ha organizzato la propria vita quotidiana. mdina

Poi, ci sono quelle che sono diventate ciò che il loro destino aveva previsto: teatri per la storia, tra le cui mura si sono svolti fatti che ancora oggi vengono ricordati.

L’eco delle voci degli uomini che vi hanno vissuto arriva fino al nostro orecchio, invitandoci a scoprirne le antiche meraviglie, tra queste città c’è Mdina, nata su un’altura al centro dell’isola di Malta, nel Mar Mediterraneo, quando le sue acque erano il centro del mondo.

Questa città non delude le aspettative che le imponenti mura di fortificazione fanno nascere nella fantasia del visitatore, fuori, ai piedi della collina, si estende indisturbata la Macchia Mediterranea, dentro, una volta oltrepassato il ponte che attraversa il fossato, la città mostra le sue antiche bellezze custodite tra le pietre, lungo i vicoli lastricati, negli edifici, dietro i portoni.

 

Cosa vedere a Mdina

mdinaMdina lascia che nel silenzio venga letta la sua storia, la storia di una città che è stata Capitale del Paese.

Per le sue strade disegnate dai Fenici e dai Romani hanno passeggiato nobili e sovrani, commercianti e apostoli.
Gli arabi costruirono le mura delle città e i cristiani vi edificarono all’interno le chiese.
Oggi sono in pochi ad abitare nella silent city, ma la misteriosa atmosfera di Mdina attrae ancora i turisti come un tempo l’antica Capitale attraeva i viandanti che attraccavano lungo la costa.

Per entrare nella città vecchia si attraversa il Main Gate, porta monumentale dallo stile barocco costruita nel 1724. All’esterno si possono vedere due colonne e le decorazioni con gli stemmi, mentre l’iscrizione in latino fa riferimento all’antica storia della città e all’apostolo Paolo che visse entro le mura e divenne uno dei primi e più importanti Santi della cristianità.

In suo onore fu edificata la Cattedrale di San Paolo, divenuta monumento Nazionale di Malta e punto di riferimento per tutta la diocesi.

La Cattedrale in stile barocco fu consacrata all’inizio del XVIII secolo, ma il nucleo centrale della chiesa ha origini ancora più antiche, che riportano al periodo bizantino e arabo della città. In questo luogo, dove al tempo dei Romani doveva sorgere il Palazzo del Governatore, la storia ricorda che fu accolto proprio San Paolo, approdato sull’isola in seguito a un naufragio.

All’interno della Cattedrale di San Paolo si trovano 3 navate con cappelle, dipinti, affreschi, icone bizantine, l’abside e il maestoso transetto. Il Museo della Cattedrale che si affaccia sulla stessa Piazza di San Paolo, custodisce un vero tesoro storico in cui trovano posto dipinti italiani e arazzi fiamminghi, incisioni di Rembrandt e statue degli apostoli, archivi ecclesiastici e atti dell’Inquisizione.

mdina

Testimonianze dirette grazie alle quali si approfondisce la conoscenza della storia, della storia dell’arte e della religione.
Un altro museo, dedicato però alla vita aristocratica e nobiliare della Mdina a cavallo tra Ottocento e Novecento, è quello custodito nel Palazzo Falson.

La struttura dell’edificio è tipicamente medievale e il tempo qui sembra essersi fermato ai giorni in cui nelle stanze del Palazzo si aggirava il Capitano Olof Gollcher.

Il museo espone collezioni private dell’artista e filantropo, dai libri alle argenterie, dalle pipe agli orologi, inserendo tutto in una sontuosa e fedele ricostruzione dell’epoca.
In un antico edificio medievale con cortile, vicino all’ingresso della città, c’è il Museo Nazionale di Storia Naturale dove i visitatori più curiosi possono trovare la grande collezione di reperti che permette di scoprire la città e l’isola dal punto di vista geologico.

Data la grande quantità di reperti riguardanti gli animali questo museo è molto interessante da visitare con i bambini.
Nella old city basta passeggiare tra i palazzi per scovare piccoli e grandi tesori come il Carmelite Priory Museum e i suoi dipinti, il Palazzo de Piro con le sue mostre e i suoi eventi o il Palazzo Gatto Murina, antico edificio normanno.

Qualora tu non sia amante di musei non ti preoccupare, apprezzerai ugualmente Mdina! Ti basterà fare una passeggiata nelle stradine per stare veramente bene.

In questo luogo potrai staccare la spina dal caos che regna a Malta, dal traffico e dalla confusione. Avrai la sensazione di stare in un posto completamente diverso dal resto dell’isola, molto curato, pulito e verde.

Hotel a Mdina, dove dormire?

Un soggiorno a Mdina si trasformerà in un’esperienza sensoriale favorita e amplificata dalla quiete della città silenziosa. mdina

Le strutture alberghiere che si trovano in città accolgono i turisti in ambienti esclusivi dallo stile originale. Gli alberghi del centro, infatti, si inseriscono negli antichi edifici medievali e barocchi perfettamente ristrutturati.

Gli ambienti per il ricevimento e le stanze sono arredati con gusto rétro. I mobili antichi, in legno e ferro, assicurano ogni comfort al visitatore che vuole riposarsi prima o dopo un giro in città.
Le camere sono tutte dotate di bagni moderni.
Trovandosi dentro le mura, ogni struttura gode di un’ottima posizione per raggiungere tutti i punti di interesse di Mdina. Anche la vista, che sia dalla camera privata o dalla terrazza, permette di vedere il centro dall’alto, il verde fuori dalle mura e in alcuni casi anche l’azzurro del mare che circonda Malta. 

Non sono mai stata in un albergo a Mdina essendoci andata sempre in giornata. Conosco però gli alberghi di altre città maltesi e per questo consiglio di leggere bene recensioni nel web, perché non sempre le stanze vengono tenute in buone condizioni al livello di pulizia.

Diciamo che a volte un hotel tre stelle non sarà sufficiente per assicurarti un soggiorno gradevole.

 

 

Ristoranti a Mdina

mdina maltaPesce, verdure, carni, dolci, vini, dai più raffinati ristoranti ai più piccoli bar della città generalmente a Mdina si mangia bene.

Ovviamente consiglio sempre di leggere prima recensioni nel web sui locali, per evitare di commettere errori!

Molti ristoranti puntano su menu vegetariani. Funghi, zucca, melanzane, carciofi, asparagi, patate, pomodori freschi e secchi vengono serviti in piatti sfiziosi, dall’antipasto al contorno.
Pesce locale appena pescato solitamente non manca mai. 

A Mdina si trovano la cucina italiana, etnica e europea oltre a una pasticceria gustosa, diciamo che la scelta è varia. 
Dalla colazione alla cena in città si trovano ristoranti che servono le specialità locali o internazionali in giardini e terrazze dove si può mangiare al fresco della brezza proveniente dal mare. 
Per le vie del centro ci sono anche bar e pasticcerie oltre a locali che servono cibo take away da mangiare mentre si passeggia! Se vuoi gustare una specialità maltese potresti assaggiare i pastizzi, cibo da strada, fatto con pasta sfoglia ripieno di ricotta.

Sicuramente posso consigliarti Mdina per una cena romantica. Indipendentemente dalla qualità del cibo avrai già fatto colpo con la location e l’atmosfera romantica!

mdina malta

Mdina Glass, oggetti in vetro

A Mdina si percepisce l’importanza della materia e degli artigiani, i palazzi sono costruiti con mattoni scolpiti nella pietra, i mobili sono realizzati con cura in ferro e legno. mdina malta

La presenza dell’artigianato è tangibile in angolo della città, ma nel centro Mdina Glass è raccolta tutta la sapienza artigianale maltese.

La fabbrica di lavorazione del vetro è allo stesso tempo attrazione turistica e forza economica della città. Gli artigiani che plasmano il vetro per trasformarlo in diversi tipi di oggetti sono specializzati.

Sin dalla fondazione della fabbrica, nel 1968, gli oggetti in vetro di Mdina veri e propri pezzi di design, lontani dal cliché del souvenir.

Si tratta di creazioni esclusive, realizzate a mano con tecniche tramandate di generazione in generazione, come quella del vetro soffiato o apprese in tempi antichi dai maestri di Murano, lavoro di precisione, l’incisione su vetro consente di realizzare decori e superfici uniche.

Gli oggetti in vetro che vengono prodotti sono tantissimi: vasi e lampade, porta candele e mattoni in vetro; bicchieri e brocche da tavola, piatti, boccette per il profumo, quadri e decorazioni.
Ogni categoria vanta diverse creazione diverse per forma, colori, tecniche utilizzate.

Visitando il centro di Mdina, si trova il punto vendita dove è anche possibile assistere a una dimostrazione pratica per vedere come prendono forma gli oggetti in vetro.

mdina malta

Dalle tecniche più antiche alle innovazioni più moderne, questa fabbrica nella città antica ha saputo cogliere lo spirito di Mdina che fa convivere antichità e tradizione con la modernità di oggi grazie alla propria peculiare originalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *