parco del labirinto

Parc del laberint d’Horta, il polmone verde di Barcellona

Rating: 5.0. From 1 vote.
Please wait...

Il Parc del Laberint d’Horta, chiamato anche Jardins del Laberint d’Horta, è uno storico ed incantevole giardino situato a Barcellona nel quartiere Horta-Guinardó ed oltre ad essere fra i più bei parchi è anche il più antico giardino della città.

Situato non molto distante dall’ospedale Vall d’Hebron e dal noto Velodromo di Horta, il parco si trova in un’area piuttosto periferica rispetto al centro della città. Ciò permette al parco di preservare e mantenere integro gran parte del suo originale fascino e della sua straordinaria bellezza.

 

Parco del labirinto d’horta, prezzi e orari

L’ingresso al parco è gratuito sia ai bambini di età inferiore ai 5 anni che a tutti gli abitanti del quartiere, oltre che a pensionati e disoccupati.orari Parc del laberint d'Horta

In più, l’ingresso al parco è gratuito anche il mercoledì e la domenica (con ingresso limitato) e nella giornata della festa della Mercè, una festa patronale celebrata il 24 settembre a Barcellona.

Per tutti gli altri visitatori il parco è a pagamento, il ticket d’ingresso non ha un prezzo eccessivo, infatti costa 2,23€ il biglietto intero e 1,42€ quello con tariffa ridotta (per ragazzi al di sotto dei 14 anni, gruppi, famiglie e persone con disabilità).

Il pagamento di un ticket permette di evitare il sovraffollamento che ne provocherebbe un deterioramento più rapido ed inciderebbe inoltre sull’atmosfera tranquilla, di calma e serenità, tipica di questo luogo magico e così tanto speciale per gli abitanti di Barcellona.

Per quanto riguarda gli orari, il parco è aperto dal 01 novembre al 31 marzo dalle 10:00 alle 19:00, dal 01 aprile al 31 ottobre dalle 10:00 alle 20:00 ed il giorno di Natale, il 25 dicembre, dalle 09:00 alle 14:00 ed offre un servizio di visite guidate.

 

Mappa con gli hotel di Barcellona

 

Come raggiungere il Parco del Labirinto

Per raggiungere il Parco del Labirinto bisogna prendere la metro e scendere alla stazione Mundet (linea 3, la verde) oppure, in alternativa, si può raggiungere con l’autobus attraverso le linee H14, 60, 27 e 76.

 

Cosa vedere nel Parco del Labirinto

Dal 1993 all’interno del palazzo di Desvalls sono ospitati il Centre de Formació del Laberint, un istituto di formazione ed educazione al giardinaggio, ed una biblioteca professionale specializzata in materia.

Parc del laberint d'HortaIl parco si trova non molto distante dal monte del Collserola ed al suo interno si può notare una enorme molteplicità e ricchezza di vegetazione. Indubbiamente questo porta il Parc del Laberint d’Horta ad essere un gioiello verde, una perla rara appartenente non soltanto al distretto di Horta e Guinardó ma bensì a tutta la città di Barcellona.

Con i suoi 55 ettari di giardino (in parte paesaggistico) collocati secondo il gusto molto comune per il giardino neoclassico dell’epoca, uniti alla scenografia regalata da un ambiente boschivo proprio del parco, il Parc del Laberint d’Horta possiede una meravigliosa ed affascinante impronta romantica.

Tutta l’area del parco è piena di angoli celati, splendidi scorci nascosti tutti da scoprire, molti dei quali decorati ed abbelliti mediante ornamenti con opere scultoree di figure mitologiche.

Nel Parc del Laberint d’Horta si trova anche la Torre Soberana, un’antica torre di avvistamento del 1300 che nel 1800 è stata poi opera di restauro ed è stata ristrutturata in stile arabo.

Elementi del Parc del laberint d’Horta: Giardino Romantico, Giardino Domestico, Giardino dei bossi, Labirinto.

Il giardino romantico

parco del labirintoProprio di fianco all’ingresso del Parc del Laberint d’Horta è situato l’edificio della famiglia Desvalls, un palazzo costituito da elementi neogotici e neorabici.

I giardini del parco sono cinti interamente da una folta area di foresta mediterranea.

Il parco si sviluppa su circa 9,1 ettari di superficie e si divide in due parti: il giardino romantico e il giardino neoclassico.

Il giardino romantico è circondato tutto intorno da diverse sculture, molte delle quali raffigurano scene della mitologia greca, mentre altre raffigurano motivi popolari.

Oltre che da queste sculture, il parco è adornato tutto intorno da numerose fontane, piscine e sorgenti d’acqua.

Si tratta di uno stupendo giardino pieno di vivaci e straordinari colori, progettato nel 1800, nel quale vi sono molti agapanti, degli incantevoli e deliziosi fiori conosciuti come i fiori dell’amore.

Inoltre vi sono distribuite all’ombra di grandi alberi una serie di piccole piazzole e di aiuole mentre al lato più settentrionale del parco vi è una grande cascata che rende l’ambiente ed il paesaggio ancora più spettacolare, mozzafiato ed al tempo stesso poetico.

 

Il giardino neoclassicoparco del labirinto

Il giardino neoclassico è costituito da tre terrazze e su una di queste, quella intermedia, proprio al di sopra del labirinto, vi sono due pergolati in stile italiano con colonne toscane ed opere scultoree raffiguranti Arianna e Danae.

 

Giardino domestico

Alla fine del 1800 fu aggiunto il giardino domestico. Tra le tante varietà di flora è da segnalare la presenza delle camelie, stupendi fiori ornamentali molto belli e profumati.

 

Giardino dei bossi

Il giardino dei bossi è sicuramente fra i giardini prediletti dai bambini perchè al suo interno vi sono numerose sculture vegetali che raffigurano le simpatiche sagome di diversi tipi di animali.

 

Labirinto

All’entrata del labirinto si trova un bassorilievo di marmo che raffigura Teseo ed Arianna ed al centro vi è una statua raffigurante il Dio Eros.

In fondo al parco, sulla terrazza inferiore, è collocato il labirinto di siepi, dal quale il parco ha preso il suo nome.

Esso si estende per circa 1800 mq ed è costituito da una fitta fila di ben 750 metri di rigogliosi cipressi che, uniti alle siepi (che giungono ad un altezza di 3 metri circa) ed al tortuoso ed intricato percorso, rendono molto complicato ed arduo ritrovare l’uscita, per cui nel momento in cui si entra dentro sarà molto facile perdersi nell’ingarbugliato percorso.

Posso assicurarti che trovare la via d’uscita non è proprio semplicissimo, io ho dovuto faticare un po’ per riuscirci!

Nel mezzo del percorso, inoltre, ci si imbatte anche in molti tempietti di stile neoclassico. Ti consiglio dunque di fare molta attenzione a non confonderti e… non entrare subito nel panico!

Anzi, una volta giunto al centro del labirinto, goditi la bellezza della statua consacrata al Dio Eros!

 

La storia del parco

Collocato in una ex tenuta dell’illustre famiglia Desvalls, il parco contiene al suo interno un giardino romantico del 1800 ed uno neoclassico del 1700.Parc del laberint d'Horta

Il lavoro di realizzazione di questo parco cominciò nel 1791, quando il marchese Desvalls, proprietario del terreno, ideò il progetto di costituire un giardino neoclassico con l’aiuto dell’architetto italiano Domenico Bagutti.

Successivamente, i discendenti di Desvalls verso la metà del 1800 reclutarono l’architetto Elies Rogent per affidargli il compito dei lavori di ampliamento del parco.

Questi creò qualcosa di meraviglioso, dando vita ad un giardino romantico con gazebo, aiuole, enormi alberi ed una cascata. Fu aggiunto al giardino anche un canale d’acqua che collega la terrazza intermedia a quella superiore e successivamente fu realizzato di fianco al palazzo Desvalls anche un giardino domestico.

Parc del laberint d'HortaVerso la fine del 1800 la tenuta diventò sede di eventi culturali e sociali tra i quali vi erano anche rappresentazioni teatrali all’aperto. Nel 1967 i Desvalls affidarono il parco alla città di Barcellona, la quale nel 1971 finalmente lo rese un parco aperto al pubblico.

Nel 1994 vennero poi compiuti grossi lavori di restaurazione del parco grazie all’aiuto ed al sostegno economico finanziato dall’Unione Europea. Oggi il parco è divenuto un giardino-museo che però ha un numero limitato di visitatori.

Questo perchè si cerca il più possibile di tutelare la struttura della zona e l’ambiente molto delicato, ragion per cui l’ingresso è ristretto ad un numero circoscritto di circa 750 persone per volta. Il Parc del laberint d’Horta è costituito da numerosi giardini di una bellezza singolare in grado di suscitare grande stupore. Parc del laberint d'Horta

Si susseguono al suo interno sentieri che si adagiano sulla collina, templi neoclassici e statue, corsi d’acqua, terrazze panoramiche dalla vista spettacolare, padiglioni, grotte e fontane. Un luogo tranquillo e molto intriso di romanticismo, non molto visitato dai turisti, che propone anche un intrattenimento molto singolare dato appunto dal labirinto dal quale prende il suo nome.

Risulta essere un incantevole luogo nel quale persone di ogni età si incontrano per godere del proprio tempo libero all’aria aperta. Anche se l’area più nota a tutti è senz’altro quella in cui si trova il labirinto, le statue, i vari percorsi e soprattutto la vegetazione fitta ed esuberante, rendono la sosta in questo luogo un continuo ed incessante piacere.

Parc del Laberint d'HortaPer i residenti, il Parc del laberint d’Horta è un vero e proprio orgoglio.

E’ un grande polmone verde, un vero e proprio gioiello in cui stile, gusto raffinatezza e natura si mescolano sapientemente fra loro per regalare agli abitanti tanto relax e tanti deliziosi momenti di svago.

Se sei amante del verde dunque ti consiglio di visitare questo parco. A me lo avevano suggerito in molti e devo dire che avevano ragione, è davvero affascinante!

Inoltre ti segnalo che c’è anche una zona pic-nic, quindi potrebbe essere un’ottima idea trascorrere lì tutta la giornata all’aria aperta.

Foto del Parc del Laberint d’Horta

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *