vacanza a avalencia

Valencia, cosa visitare

Rating: 5.0. From 2 votes.
Please wait...

Valencia è una delle città più importanti della Spagna, probabilmente seconda solo a Madrid e Barcellona per importanza strategica.

Questa città è Capitale della Comunità Valenciana e si estende per circa 150 km2. Da un punto di vista demografico, se si considera anche l’aerea al di fuori della municipalità di Valencia, si contano poco meno di un milione e novecentomila abitanti: questo dato rende Valencia la terza città del Paese dal punto di vista demografico.

valencia

A rendere Valencia un punto nevralgico della Spagna è la sua particolare posizione di equidistanza da Madrid e da Barcellona: entrambe le due più importanti realtà urbane e politiche della Spagna distano da Valencia 350 km. Inoltre il porto di Valencia è uno dei più importanti di tutto il Paese, sia da un punto di vista commerciale che turistico: per quanto riguarda il primo aspetto va detto che l’aerea portuale di Valencia è una delle più importanti non solo a livello nazionale, ma anche da un punto di vista internazionale.

 valencia

Monumenti a Valencia

Valencia è una città molto ricca da un punto di vista culturale e che riesce a colpire qualsiasi viaggiatore per la vastità del proprio patrimonio storico-culturale.

Un viaggio a Valencia potrebbe senza ombra di dubbio cominciare dalla Cattedrale di Valencia: questo è uno dei monumenti simbolo della città. Luogo di culto, si trova nel cuore del centro storico della città e venne costruita in un posto che a sua volta è simbolo della controversa storia di Valencia e della Spagna.valencia

Dove oggi sorge la Cattedrale un tempo vi era una moschea, che era andata a sostituire una cattedrale di epoca visigota. La Cattedrale di Valencia venne inaugurata ufficialmente nel 1238 ed è un ottimo esempio dello stile gotico, precisamente di quello definibile come gotico mediterraneo.

Tuttavia gli occhi più attenti potranno notare come la Cattedrale di Valencia sia stata oggetto di successive modifiche, riscontrabili nella presenza di altri stili architettonici, quali quello neoclassico di stampo francese e quello barocco.

Rimanendo alla Cattedrale di Valencia va citata la sua torre in stile gotico, nota come Miguelete: per capirne la portata basta dire che la torre si estende per 70 metri in altezza e che per arrivare in cima bisogna fare poco più di 200 scalini.

Il Miguelete, che deve il suo nome al fatto di essere stato benedetto il giorno di San Miguel, è ovviamente il campanile più importante di Valencia è uno dei pochi punti da cui è possibile avere una vista su tutta la città.
Si è detto che Valencia è città ricca di Storia e a tal proposito non si può non trovare il tempo per recarsi presso la Piazza del Comune: questa è riconosciuta da chiunque abiti a Valencia come la piazza più importante della città.

A riprova della stratificazione storica che ha interessato anche l’urbanistica, vi è il fatto che dove oggi sorge la Piazza del Comune un tempo vi erano dei giardini e un convento.

valencia

La Piazza del Comune ha subito diversi interventi nel corso degli anni che ne hanno modificato profondamente la fisionomia e le modifiche hanno riguardato anche il suo nome, che è spesso cambiato a seconda del periodo storico attraversato dalla Spagna.
Nei pressi della Piazza del Comune si trovano due edifici costruiti secondo uno stile modernista: un edifico ospita il Comune e l’altro gli uffici postali cittadini: non a caso questo secondo palazzo è conosciuto in città con il nome di Correos, che in spagnolo significa appunto “Le Poste”.

L’edificio più interessante è il Palazzo delle Poste e dei Telegrafi: da un punto di vista cronologico è l’ultimo palazzo, tra quelli storici della Piazza, ad essere stato edificato. Un aspetto molto importante del palazzo è la presenza, al suo ingresso, di cinque statue che sono una metafora della comunicazione a livello universale.

valencia

Musei a Valencia

Ma una visita a Valencia e ai suoi monumenti non può non includere anche alcuni dei poli museali che rendono la città un vivace centro culturale e meta agognata dai viaggiatori di tutto il mondo.

città della scienza valencia
Città della scienza

Ciò che veramente è impossibile non vedere andando a Valencia, tappa imperdibile è la città della scienza e delle arti. E composta da cinque parti fondamentali: l’Oceanografic, il Palazzo delle Arti, l’Umbracle, il Museo della Scienza e l’Hemisfèric. E’ impossibile che tu riesca a visitarla tutta, a meno che non abbia diversi giorni a disposizione, ma ad ogni modo, anche per poche ore, vale davvero la pena andarci.

Tra i tanti musei da  visitare se ne possono citare diversi. Si potrebbe ad esempio cominciare dall’Istituto Valenciano d’Arte Moderna: come è facilmente intuibile qui si può compiere un percorso davvero interessante alla scoperta di quella che è l’arte contemporanea non solo spagnola, ma internazionale.

valencia

E a proposito di fiori all’occhiello per quanto riguarda l’arte spagnola, va citato anche il Museo di Bellas Artes: questo polo museale consente di approfondire decisamente la conoscenza della storia dell’arte spagnola in praticamente tutte quelle che sono le sue sfaccettature.
Parlando di storia della città si deve ovviamente citare il Museo Historic Municipal: questo museo è assai ampio da un punto di vista strutturale e non potrebbe essere altrimenti: qui infatti è raccontata in modo decisamente dettagliato la storia della città fin dai primi insediamenti umani.

Molto interessante è il fatto che il percorso si sviluppa anche attraverso un’esperienza di tipo multimediale, la quale spinge anche i viaggiatori più giovani a inserire questo polo museale nel proprio itinerario.

Tornando all’arte, vanno citati due musei in particolare: il Museo Nacional de Ceramica e l’Istituto Valenciano di Arte Moderna.

Il primo ricorda a tutti come uno dei simboli e dei vanti di Valencia sia la ceramica: all’interno delle sale di questo museo è possibile conoscere in modo decisamente approfondito questa tradizione così radicata. Il secondo polo museale è invece un vero e proprio viaggio alla scoperta dell’arte degli ultimi 100/150 anni, non solo spagnola. Qui si potranno trovare anche esempi di pop-art e tantissimi scatti di nomi assai celebri del mondo della fotografia.

spiaggia a valencia



Booking.com

 

Le spiagge

Ma Valencia, oltre che città culturalmente molto interessante, ha anche giustamente la nomea di città perfetta per chi ama il mare e di conseguenza le spiagge. Quali sono le spiagge più importanti e note di Valencia?

Senza dubbio Las Arenas e la Malvarossa sono due tra le spiagge più note di tutta Valencia, nonché tra le più amate da chi a Valencia vive.

spiagge a valencia

Entrambe si trovano a poca distanza dal centro della città e sono raggiungibili con gli autobus. Io sono riuscita ad andare a piedi, ma è una bella camminata, procedi così solo se hai del tempo a disposizione.

Spostandosi leggermente a Nord rispetto a Valencia si può arrivare a Playa Norte: questa spiaggia si trova nella località di Peniscola, che fa parte di Valencia se si considerano anche le zone facenti parte dell’area metropolitana connessa alla città.

Mentre Playa Norte è una spiaggia prettamente strutturata per accogliere il turismo di massa, Playa Torrenova e Playa del russo sono spiagge più indicate per chi ama luoghi più incontaminati e lontani dalla ressa di tutti i giorni.

valencia
E a proposito di natura incontaminata, va citata la spiaggia di L’arbre del Gos, la quale si trova nei pressi del Parco Naturale dell’Albufera e che si caratterizza per il fatto di essere accompagnata in parallelo da una lunga pista ciclabile. E sempre parlando di spiagge inserite in un contesto di natura incontaminata, vanno citate la spiaggia di El Saler e quella della Garrofera: entrambe si trovano nel Parco Naturale di El Saler e sono decisamente affascinanti per chi ama la natura.

 

Hotel a Valenciavalencia

Riguardo agli hotel dove soggiornare a Valencia, ve ne sono per qualsiasi tasca e per ogni esigenza.

Tra quelli situati nei pressi del centro storico si può citare l’Hostal Venecia: questa struttura si trova in una posizione decisamente strategia per gli spostamenti dal centro alla periferia della città. Sempre in questa zona si trova l’Hotel Zenit.

Per chi invece volesse un hotel immerso in mezzo alla natura, va segnalato l’Hotel Dimar: questa struttura è ubicata nella vicinanze del Jardin del Turia, ovvero di quello che è riconosciuto come uno dei parchi più belli di Valencia. Tra i servizi offerti dalla struttura vi è anche un servizio di noleggio delle biciclette.

 

Il clima valenciano

Valencia è città costiera ubicata nella Spagna orientale e il suo clima è senza dubbio definibile come mediterraneo, essendo caratterizzato da una stagione invernale che si concretizza in temperatura non troppo basse e precipitazioni frequenti e da una primaverile/estiva dove sole e alte temperature sono la norma.

Il periodo migliore per recarsi a Valencia è ovviamente quella che va dall’inizio della primavera all’estate: tuttavia le temperature invernali non troppo rigide consentono di godersi la città anche in inverno.

Alcuni consigli

Nel tuo viaggio a Valencia non dimenticare di farti un giro nel quartiere del Carmen, diventato simbolo della street art. Moltissimi artisti infatti hanno creato bellissimi murales, che renderanno il tour davvero piacevole.

valencia

Fatti inoltre una bella passeggiata ai giardini del Turia, un immenso parco grande più di 100 ettari, che costeggia il fiume Turia appunto. Ideale se hai dei bambini o magari un amico a 4 zampe. A proposito se viaggi con un cane attenzione perché Valencia non è molto pet-friendly. Ad esempio dimenticati degli autobus e farai fatica anche a trovare un taxi che ti faccia salire, nonostante il cane non sia grande.



Booking.com

 

Foto di Valencia



Booking.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code