ginseng

Ginseng, proprietà e benefici

Rating: 5.0. From 1 vote.
Please wait...

Gli estratti di ginseng sono molti e vantano una tradizione millenaria soprattutto se si parla dell’utilizzo del ginseng nelle terapie medicinali della tradizione cinese. I benefici sono molteplici.

Il ginseng è una pianta della famiglia delle Araliaceae il cui nome significa uomo, tradotto dal cinese rensheng. Questo suo particolare nome è dovuto alla forma umana delle sue radici che si utilizzano per le loro proprietà curative e tonificanti. 

 

Ginseng, di cosa si tratta

Il Ginseng è la sostanza costituita dalla radice essiccata della pianta Panax ginseng, la prima parte del nome di questo vegetale deriva dal greco e si suddivide in due parti: pan che significa “tutto” e akéia che significa “cura”. Il ginseng ha un profumo leggero e piccante, all’inizio ha un gusto un po’ amaro che si trasforma in un sapore dolciastro.
ginsengIn antichità e ancora oggi, la radice di questa pianta viene considerata un rimedio insostituibile contro la spossatezza, l’impotenza e l’invecchiamento. Inoltre il ginseng è riconosciuto come afrodisiaco e rivitalizzante.

Il suo aspetto è simile ad una forma umana, la radice presenta ramificazioni lunghe da 4 a 22 cm con una rugosità diffusa lungo tutta la lunghezza. Attualmente si trovano preparati medicamentosi sotto forme diverse contenenti i principi attivi del ginseng, è infatti, il prodotto più utilizzato nelle preparazioni erboristiche in ogni parte del mondo. 

Non tutti sanno che vi sono dirsi tipi di ginseng ed ognuna ha una differente caratteristica e proprietà benefica. Queste differenze sono dovute al luogo in cui crescono le varie piante, i diversi fattori ambientali donano a ciascuna specie delle qualità preziose. La specie più nota e diffusa è la Panax ginseng coltivata in Cina e Corea.
Le ultime ricerche sul ginseng e le sue proprietà hanno evidenziato la sua importante azione sul sistema nervoso. La capacità di questa sostanza è di calibrare l’eccitazione neurale per ottimizzare l’energia fisica e mentale in ogni situazione quotidiana.

Essendo un prodotto tonificante migliora le difese immunitarie e migliora la capacità di reagire allo stress psicofisico grazie alla sua azione sinergica su ipotalamo, ipofisi e surrene che induce al rilascio di cortisolo detto anche ormone dello stress. 

Per quanto riguarda l’effeto afrodisiaco, il ginseng è capace di migliorare le erezioni grazie ad una stimolazione delle cellule endoteliali dei corpi cavernosi del pene le quali rilasciano ossido nitrico combattendo l’impotenza. A questo scopo è da consigliare il ginseng rosso il cui colore è dovuto al vapore (120/130°) a cui è sottoposto prima di essere essiccato.

Le ricerche effettuate sugli effetti benefici del ginseng per i diabetici non hanno avuto risultati certi sull’essere umano ma solo sui topolini. Vi sono stati però molti cenni positivi riguardanti la proprietà ipoglicemizzante. Questa proprietà è dovuta ai ginsenosidi che favoriscono i processi di sintetizzazione a livello del pancreas dell’insulina e migliora lo spostamento del glucosio nel fegato. I panaxani invece, diminuiscono l’assorbimento degli zuccheri nel fegato e ne aumentano il consumo attraverso le attività muscolari.ginseng

La radice di ginseng contiene moltissima vitamina B1,B2,C ed altre vitamine in qualità minore ma sempre consistente; è ricca inoltre, di minerali tra cui magnesio, calcio, ferro e fosforo e di polisaccaridi.
Tra le tante qualità del ginseng troviamo: l’aumento dell’appetito e la fortificazione delle pareti dello stomaco, aumento della resistenza allo stress e ai cambiamenti ambientali di temperatura, allevia la sensazione di stanchezza donando nuova energia che viene rilasciata lentamente nel tempo. 

Il potere afrodisiaco è noto da millenni in oriente ed ha decretato il grande successo della radice in occidente, nonostante la mancanza di prove da parte della scienza. Mentre vi sono ricerche validate per quanto riguarda gli effetti benefici sul diabete di tipo 2, sull’insonnia, le gastriti, e l’ipotensione oltre a quelli già annoverati precedentemente. Il ginseng tra le sue infinite qualità conta anche quella antiossidante, antiinfiammatoria, antipiretica, ipocolesterolemizzante, probiotica, radiopotettiva e anticancerogena. 

 

Modalità d’uso

Il dosaggio medio giornaliero del ginseng è di 1/2 gr. o in percentuale corrispondente a seconda del tipo di preparato utilizzato. Il prodotto va assunto preferibilmente al mattino o comunque non in orario precedente al riposo notturno. 
Il ginseng viene utilizzato in diverse preparazioni tra cui bevande energizzanti, compresse in varie forme pratiche da portare con se ovunque e creme utilizzate per rassodare ed elasticizzare la pelle secca, rugosa o senescente.

La radice si può assumere anche masticandola ancora fresca oppure consumandola essicata cosparsa di zucchero di canna per addolcirne il sapore amarognolo. Il ginseng viene spesso utilizzato come infuso nel tè o come decotto, in questa ultima versione si ottengono risulta essere molto efficace. La radice inoltre, si può trovare sotto forma di polvere o tintura madre da aggiungere ai vari preparati o per effettuare massaggi rivitalizzanti.

 

Il ginseng ha controindicazioni?

Le controindicazioni per il ginseng sono legati all’abuso del prodotto, l’utilizzo di in dosi eccessive possono dare nausea, diarrea, eritemi, ipertensione, emicrania, dolori mammari ed allergie per chi ne è soggetto. 
ginsengLa radice non è indicata per chi soffre di ipertensione, ulcera duodenale oppure ha una personalità ansiosa con episodi di insonnia.
Chi assume psicofarmaci o sta seguendo terapie anticoagulanti o ipoglicemizzanti deve rivolgersi al medico prima di utilizzare il ginseng in quanto potrebbe interagire con i preparati galenici indicati.
L’assunzione di ginseng va effettuata per periodi che non devono superare le 5/6 settimane, dopo questo periodo si deve effettuare una pausa per permettere al corpo di smaltire le sostanze introdotte utilizzandole e per essere più ricettivo al momento di reintroduzione del ginseng.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *